Tribunale di Milano 2013 – (mancata presa in carico di un paziente: sanzione disciplinare e trasferimento)

Tribunale di Milano – (mancata presa in carico di un paziente: sanzione disciplinare e trasferimento)

28/10/2013

Un infermiere dipendente di un struttura pubblica – IRCCS, ha chiamato in giudizio il datore di lavoro a seguito di un addebito disciplinare ed un successivo trasferimento dal reparto di terapia intensiva a quello di oncologia.

Alla base dei provvedimenti l’Ente ha posto una particolare vicenda di mancata presa in carico di un paziente protrattasi per un certo tempo.

Il dipendente ha contestato sia la sanzione disciplinare che il trasferimento ritenuto discriminatorio.

Profili giuridici

il dipendente deve essere adibito alle mansioni per le quali è stato assunto o alle mansioni equivalenti nell’ambito dell’area di inquadramento. Nel caso specifico il passaggio presso il reparto di medicina oncologica implica comunque l’espletamento di attività lavorativa propria dell’inquadramento contrattuale senza che possa configurarsi una situazione soggettiva di lesione della professionalità in concreto, dovendosi tener conto delle previsioni della contrattazione collettiva di categoria.

Esito del giudizio

Il Tribunale ha rigettato il ricorso condannando il lavoratore alle spese.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp