LA LEGGE GELLI-BIANCO IN CASSAZIONE:UN PRIMO PASSO VERSO LA CONCRETIZZAZIONE DEL TIPO

Sez. IV – Ud. 20 aprile 2017 (dep. 7 giugno 2017), n. 29187 – Pres. Blaiotta – Rel. Montagni – P.M. Aniello (concl. conf.)

REATO COLPOSO – Colpa professionale – L. 8 marzo 2017, n. 24 – Disciplina intertemporale. (C.P. ARTT. 2, 590-SEXIES; L. 8 MARZO 2017, N. 24, ART. 6; L. 8 NOVEMBRE 2012, N. 189)

L’abrogazione della l. 8 novembre 2012, n. 189 implica la reviviscenza della previgente, più severa normativa che non consentiva distinzioni connesse al grado della colpa; infatti la l. 8 marzo 2017, n. 24 non contiene alcun riferimento alla gravità della colpa. Peraltro, ai sensi dell’art. 2 c.p., il nuovo regime si applica solo ai fatti commessi in epoca successiva alla riforma. Per i fatti anteriori può trovare applicazione, invece, quando pertinente, la normativa del 2012, che appare più favorevole con riguardo alla limitazione della responsabilità ai soli casi di colpa grave.

LA LEGGE GELLI-BIANCO IN CASSAZIONE -UN PRIMO PASSO VERSO LA CONCRETIZZAZIONE DEL TIPO

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp