Ciao Luca…

Ciao Luca…
Nella notte tra il 27 e il 28 febbraio si è spento il giurista ed ex infermiere Luca Benci. Grande è il vuoto che lascia nel mondo del diritto sanitario e, in particolare, del diritto infermieristico. Come faremo in futuro senza i suoi scritti?
Questo uno dei pensieri di una emergente giurista che voleva seguire le sue orme, sperando un giorno di incontrarlo e prenderne insegnamento.
Luca Benci nasce come infermiere per poi decidere di diventare un giurista, laureandosi all’Università degli studi di Firenze in giurisprudenza. I suoi studi creano un mix perfetto di sapere e conoscenza e questo lo porterà ad approfondire sempre di più temi, seppur giuridici, lasciati dai più dietro le quinte. Oggi quando si parla di legislazione sanitaria, di diritto infermieristico e delle professioni sanitarie uno è il nome che predomina, quello di Luca Benci per l’appunto.
È dello scorso giugno la nuova edizione del suo libro “Aspetti giuridici della professione infermieristica”, aggiornato a tutte le novità normative degli ultimi anni come la legge sugli ordini professionali, sul consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento, la nuova normativa sulla privacy e la più importante legge di riforma della responsabilità professionale sanitaria, la legge 24 del 2017. Un testo che risulta essere una guida giuridica per gli infermieri e per chi volesse approfondire tematiche in tema di normativa sanitaria e di responsabilità professionale.
Notabile la sua presenza dal 5 febbraio 2019 come componente del Consiglio Superiore di Sanità, ruolo che doveva ricoprire per il triennio 2019-2022. Significante l’attività professionale svolta come consulente e docente presso aziende sanitarie e ospedaliere, università, società di formazione, collegi e ordini professionali (es. FNOPI, FNO TSRM-PSTRP), arrivando anche a ricoprire il ruolo di responsabile per la protezione dei dati in attuazione del reg. 679/2016.
Pietre miliari le sue pubblicazioni in diverse riviste come Quotidiano Sanità, Rivista di diritto delle professioni sanitarie, ll Sole 24 ore, Il giornale italiano di scienze infermieristiche.
È stato docente, collega e amico anche dei nostri soci APSILEF, i quali appena appresa la notizia si sono rammaricati e hanno ricordato i momenti di insegnamento, scambio e confronto culturale avuti con lui. È stato da alcuni definito “un riferimento indubbio nel nostro settore”.

 

Dott.ssa Daviana Binotti

Ufficio Stampa APSILEF

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp