Scelta professionale: il sentimento di disillusione

Redazione Ufficio Stampa APSILEF

La violenza fisica, o verbale che sia, indipendentemente dall’esito, è causa di grande stress per gli infermieri così come per tutti gli altri operatori. Gli atti di violenza lasciano  “ferite invisibili e ricordi dolorosi” con un impatto duraturo, compresi effetti negativi sulla percezione del proprio ruolo professionale. APSILEF, che peraltro ha condotto una indagine sulla tematica,  nella ferma convinzione che la violenza non può essere vista come parte inevitabile del nostro lavoro quotidiano e che è importante denunciare l’indicibile, esprime la più viva solidarietà verso il personale sanitario vittima di aggressioni. Questa violenza non è inevitabile. Al contrario, è un fenomeno che nasce sia da comportamenti individuali intollerabili sia da disfunzioni di sistema che richiede risposte vigorose e adeguate. Con l’auspicio che presto si ponga rimedio a ciò che potrebbe essere dannoso, giunge alla collega Anna, vittima di un’aggressione qualche giorno fa, un caloroso abbraccio quale ponte per la più necessaria solidarietà.

Share this post