1° Congresso Nazionale APSILEF

IL FUTURO E’ ADESSO! La competenza legale e forense del professionista sanitario: strumenti ed esperienze a confronto”.

24 settembre 2017 – Si è da poco concluso il primo Congresso Nazionale APSILEF (Associazione Professioni Sanitarie Italiane Legali e Forensi) in cui si è discusso del futuro di questa specialistica, grazie anche al confronto scientifico e culturale di alto livello apportato da tutti i relatori che magistralmente hanno affrontato tematiche innovative su competenze professionali avanzate che vedono direttamente coinvolte le professioni sanitarie nel panorama nazionale ed internazionale.

“Vogliamo avere l’ambizione di dimostrare che siamo Professionisti uniti, con l’obiettivo di esercitare con responsabilità, consapevolezza e competenza la nostra bella professione, che merita tutto dovuto riconoscimento non solo giuridico ma anche pratico”

Con questo augurio di benvenuto, la Presidente APSILEF Mara Pavan, ha aperto i lavori congressuali previsti nelle giornate del 15 e 16 settembre, illustrando inoltre le attività realizzate dall’Associazione in poco più di un anno, oltre ad anticipare brevemente quelle già in programma.

Per gli onori di casa a tutta la platea è intervenuta la Vicepresidente Unint dott.ssa Lina Pierri e nel proprio discorso ha affermato che “un professionista sanitario con competenze avanzate è tale quando il proprio ruolo è inserito all’interno di una struttura“. Sono poi seguiti i saluti istituzionali dei Presidenti FNCO e FNC TSRM e Ipasvi Roma.

La Presidente Federazione Nazionale Collegio Ostetriche, dott.sssa Maria Vicaro, ha mostrato particolare coinvolgimento verso questa Associazione in quanto la Legge Gelli con l’Art.15 prevede la costituzione di albo specialistico aggiornato ogni 5 anni nel quale l’Ostetrica che ha seguito un percorso universitario di primo livello si deve iscrivere poiché il campo di attività è abbastanza variegato e può essere anche integrato un approccio formativo per quanto riguarda la conciliazione.

Il Presidente Federazione Nazionale Tecnici Sanitari di Radiologia Medica, dott. Alessandro Beux intervenuto all’evento è concorde sul progetto dell’Associazione ad essere trasversali per tutte le professioni sanitarie.

Anche la Presidente Ipasvi Roma, dott.ssa Ausilia Pulimeno si è detta felice per l’opportunità di confronto organizzata nelle 2 giornate congressuali.
Per la Presidente Federazione Nazionale Collegi Ipasvi dott.ssa Barbara Mangiacavalli il riconoscimento della competenza degli Infermieri professionisti della Salute esperti in materia Legali e Forensi è un obbligo e non è più possibile rimanere inerti di fronte a quei tribunali e a quelle situazioni penali/civili dove le competenze strettamente infermieristiche vengono attribuite ed esercitate da altri.

Tutte le tematiche affrontate magistralmente dai relatori nelle 2 giornate congressuali, hanno offerto spunti di riflessione e crescita professionale a tutti i partecipanti che si sono da subito mostrati interessati ai vari argomenti in discussione, partecipando anche attivamente ai dibattiti aperti. Nella prima mattinata, è stato definito il ruolo dell’Infermiere Legale e Forense come nuova specialistica nell’evoluzione delle Professione Infermieristica a cura di Andrea Cataldo (Coordinatore Ufficio Stampa e Comunicazioni Apsilef); è seguito poi l’intervento del Presidente Ipasvi Bologna Pietro Giurdanella che ha affrontato il tema dell’implementazione delle competenze infermieristiche: se progresso o barriere.

Sono seguiti importanti tematiche quanto mai attuali, sulla gestione delle vittime di violenza, affrontate dal medico legale M.R. Gaudio, che ha portato l’esperienza del protocollo attuato nel pronto soccorso di Ferrara, unitamente alla sociologa P. Castagnotto e Ostetrica legale forense M. Zucchelli della stessa Ausl Ferrara che collaborano nella quotidiana attuazione del medesimo protocollo.

Nella sessione pomeridiana sono stati aperti i lavori affrontando la tematica della Contenzione. Un breve excursus storico è stato illustrato da M. Stornelli (Responsabile Apsilef Abruzzo) ed ampliato dagli Infermieri del 118 di Ferrara M. Orioli e D. Zaganelli che hanno illustrato nuove tecniche di immobilizzazione atraumatica mediante la realizzazione di un protocollo condiviso con le forze dell’ordine per le persone in stato di agitazione, soffermandosi su un preciso concetto: protezione del soggetto e non contenzione.

E’ seguito poi l’intervento della Presidente FNC Ipasvi Barbara Mangiacavalli che ha portato importanti spunti di crescita professionale e collaborazione multidisciplinare. La preparazione fornita dai master in infermieristica legale e forense permette un approccio metodologico, multiprofessionale e di integrazione a coloro che operano sul campo. Con semplici esempi e paragoni, ha invitato tutti i professionisti a “svuotare con regolarità, quello zainetto di esperienze/competenze che ci portiamo sulle spalle, facendo molta attenzione a riempirlo con metodiche nuove e sempre attuali”, solo così saremo sempre in grado di sostenere con professionalità il nostro mandato. Sono proseguiti poi i lavori con tematiche sull’ordine di servizio come strumento utile per la tutela del professionista affrontato dalla Presidente Apsilef Mara Pavan, sul ruolo del Tecnico Sanitario di Radiologia Medica affrontato dal Tesoriere Apsilef M. C. Posenato, concludendo con la presentazione del ruolo l’Infermiere legale e forense in sala autoptica esposta da E. Giordano (Coordinatore Comitato Scientifico Apsilef).

La seconda  giornata è iniziata con l’esposizione dell’ostetrica legale forense D.
Berrettoni (Responsabile Apsilef Umbria) sulla responsabilità in ambito ostetrico seguita poi dalla relazione su un tema molto sentito come quello del mobbing affrontato da F. Nigito (Coordinatore Comitato Formazione Apsilef).

I gruppi Regionali Apsilef Liguria, Lazio e Piemonte hanno invece rappresentato alcune modalità operative della specialistica sanitaria legale e forense, mediante l’apertura di Sportelli Infermieristici Forensi nella proprie aziende in collaborazione con Associazioni Sindacali, fornendo consulenza nella specifica materia ai colleghi. Molto attuale la relazione sulla recente Legge n.24/2017 illustrata brillantemente da M. Castagnoli (Apsilef Toscana) in modo semplice e chiaro anche per i più ostici in materia giuridica.

In seguito, spazio riservato a tematiche molto tecniche e specifiche sull’ambito peritale con l’esposizione del dott. F. Prudenzano (giurista e consulente legale Apsilef) sulla consulenza tecnica integrato dalla presenza del Giudice Penale Tribunale di Teramo dott. L. Prudenzano che ha illustrato come tecnicamente avviene la nomina e gestione delle attività dei CTU e CTP nel processo.

Nel pomeriggio i lavori sono proseguiti con approfondimenti su tematiche di particolare interesse e quantomai attuali. La prima relazione argomentata dai relatori M. Stornelli, M. Pavan e F. Prudenzano ha affrontato il tema della gestione dei procedimenti disciplinari, per terminare con quella sulla documentazione sanitaria e consegna infermieristica/ostetrica, esposta da V. Urukalo (Comitato Scientifico Apsilef), K. Bisan e M. Pavan.

A tal proposito, sono d’obbligo i Ringraziamenti a tutti coloro che hanno partecipato attivamente alla buona riuscita dell’evento, che ha suscitato molto interesse nei partecipanti e non solo.

Si ringraziano: Unint per la location e tutto lo Staff Unint e Formit che ha supportato l’organizzazione logistica dell’evento e catering; Format per i supporto professionale nella gestione dell’evento Ecm; Nursing Up Veneto e Lazio per aver sostenuto l’evento; il gruppo APSILEF LAZIO per il grande supporto al provider /sala congresso e tutti i Moderatori; tutti i Relatori per la grande professionalità e competenza; il Giudice del Tribunale di Teramo per aver mostrato grande interesse nei confronti delle Professioni sanitarie legali e forensi; la Federazione e Collegi Ostetriche per il grande entusiasmo e partecipazione mostrato nelle due giornate formative; la Federazione TSRM per l’interesse nelle future collaborazioni multidisciplinari; Nurse 24 per le riprese effettuate durante il Congresso e successivi articoli stampa; Assocare per gli articoli stampa; i Collegi Ipasvi, Ostetriche e TSRM per la concessione dei patrocini. In ultimo, un sentito ringraziamento a tutti i componenti/soci APSILEF che per 3 giorni si sono impegnati a condividere non solo in presenza, ma anche su tutti i gruppi social, con professionalità, amicizia e affetto, tutto il lavoro che in poco più di 1 anno, con passione e interesse stiamo affrontando tutti insieme.

Questo è solo l’inizio di un percorso che con estremo interesse, passione e professionalità porteremo avanti insieme ad altri progetti a livello multidisciplinare. E’ ormai necessario ottenere il riconoscimento delle competenze avanzate sia a livello contrattuale che nei vari contesti operativi e noi saremo parte di questo cambiamento.

Presidente APSILEF Mara Pavan

apsilef

View more posts from this author